Dal manuale operativo dello Stereo Vitalizer MK2-T by SPL - Traduzione a cura di Maurizio Acampa

Spl Vitalizer Stereo Mk2-T

Spl Vitalizer Stereo Mk2-T

INTRODUZIONE

Lo Stereo Vitalizer MK2-T è un concetto di equalizzatore che utilizza la tecnologia psicoacustica scientifica per elaborare i segnali audio. La tecnologia Vitalizer è stata costantemente migliorata negli ultimi nove anni dalla sua invenzione da parte di SPL Wolfgang Neumann e Hermann Gier. Lo Stereo Vitalizer MK2-T è la versione a valvole del famoso Stereo Vitalizer MK2. L’ MK2-T utilizza due valvole Sovtek 12AX7 a doppio Triode. Una di queste viene utilizzata all'interno del filtro Mid-Hi Tune e conferisce alle frequenze medie una trasparenza ancora più accurata con un suono morbido e discreto. La seconda valvola viene utilizzata all'interno di Stereo Expander. L'immagine stereo non solo guadagna più larghezza ma anche più profondità, trasparenza e chiarezza grazie alle armoniche piacevoli della valvola. Grande enfasi è stata posta nel mantenimento della mono-compatibilità. La gamma degli alti viene rielaborata con nuovi filtri LC, che si concentrano sul raggiungimento di un pattern sonoro fluido e setoso. Le alte frequenze si animano in modo estremamente silenzioso senza che suonino in modo duro o aggressivo. Come con tutti i modelli di Vitalizer, puoi scegliere tra un basso asciutto, percussivo (stretto) o un suono forte, morbido e molto profondo. Il basso è accentuato senza il rischio di enfatizzare in modo innaturale le frequenze medio-basse. Un compressore facile da usare integra la sezione dei bassi consentendo correzione del cambio di livello dovuto all'elaborazione dei bassi. Lo Stereo Vitalizer MK2-T è stato appositamente progettato per soddisfare le esigenze di registrazione, masterizzazione, taglio e post produzione. Utilizzato su mix completi o inserito nei sottogruppi per trattare parti specifiche del mix, lo Stereo Vitalizer MK2-T svolgerà lo stesso compito di quegli equalizzatori esoterici e costosi spesso usati per l'addolcimento audio ma con una flessibilità tonale molto maggiore e in un costo più basso.

Spl Vitalizer Stereo Mk2-T

Manuale ITA (rev. 1)

La seguente traduzione riporta le caratteristiche più salienti dello strumento. Per maggiori informazioni, riferimenti, contatti, garanzia ecc. si rimanda al manuale ufficiale.

Image Description

1 - ACTIVE

Dopo l’accessione del dispositivo, il led di stato “Active” inizia a lampeggiare indicando il riscaldamento delle due valvole Sovtek 12AX7. Al raggiungimento della temperatura operativa, il relè passa l’audio all’uscite e lo Stereo Vitalizer MK2-T diverrà operativo su entrambe le connessioni XLR e jack. Quando Il tasto Active è in posizione ON si noterà un piccolo cambiamento nel suono che è causato dalle valvole e dalla loro tipica caratteristica sonora. Nel caso di interruzione di corrente, lo Stereo Vitalizer MK2-T passa automaticamente in modalità hard-bypass (sicurezza in caso di mancanza di corrente).

2 - DRIVE

Lo Stereo Vitalizer MK2-T è dotato di un controllo DRIVE che consente di impostare il livello in cui opererà la rete di filtri Vitalizer. Il range di questo potenziometro è compreso tra -20 db a +6db. Per far lavorare l’unità più calda e quindi ottenere un suono più intenso, ruotare la manopola DRIVE da (0 db) a (+6 db), prestando attenzione che il LED Clip posto sul pannello frontale non lampeggi regolarmente. Al contrario, per raggiungere un’elaborazione più delicata, ruotare la manopola da posizione centrale (0 db) a (-20 db). Il LED Clip si accende a circa (3 db) prima che il percorso del segnale effettato sia potenzialmente in sovraccarico, pertanto, assicurarsi che si illumini solo brevemente poiché una lunghezza di tempo maggiore, comporterebbe un overload del segnane processato.

3 - BASS SOUND

Il controllo del suono dei bassi è responsabile del "colore" o del timbro. Se si sposta il controllo Bass Sound sulla destra, si ottiene un suono dei bassi più secco e percussivo, noto come Tight. Di conseguenza, sul lato destro dei punti di ridimensionamento, ci sono quadrati che aumentano di dimensioni, in linea con l'intensità aumentata. Rappresentano il suono dei bassi Tight profilati. Se il controllo Bass Sound viene spostato dalla posizione centrale (0) a sinistra, il suono diventa molto profondo, morbido e caldo. Questo suono è noto come Soft. Questo è simboleggiato con punti di ridimensionamento arrotondati che aumentano anche di dimensione man mano che l'intensità aumenta. Più il controllo del suono dei bassi viene spostato a destra o a sinistra rispetto alla posizione centrale, più intensi sono i bassi in questione. Tuttavia, Process deve essere posizionato a destra dell'impostazione delle ore 9 in modo che il basso sia udibile. È sempre possibile ascoltare il basso originale (a secco) se il controllo Bass Sound si trova in una posizione centrale. Il controllo Process (6) determina il rapporto di elaborazione tra il suono dei bassi impostato e il segnale originale. Ciò si traduce in diverse strutture sonore: se si combina l'amplificazione dei bassi sul controllo Bass Sound con un valore Process inferiore, si ottiene una struttura dei bassi diversa rispetto a un'amplificazione Bass Sound inferiore combinata con un valore Process più alto. Scegliere la soluzione migliore è una questione di gusti personali e dipende anche dal tipo di segnale originale coinvolto.

4 - BASS COMPRESSION

Lo Stereo Vitalizer MK2-T è dotato di un Bass Compressor integrato, che funziona solo nel basso prodotto dalla circuiteria del Vitalizer. Quando si registra su un'apparecchiatura digitale è essenziale non sovraccaricare gli ingressi, il che risulterebbe in campioni non validi che suonano come picchi digitali. Poiché le basse frequenze trasportano la maggior parte del livello, è logico integrare un compressore nel percorso dei bassi. Questo compressore per basso non ha effetto sulla fascia alta. Quindi la tua registrazione non diventa più noiosa quando viene utilizzata una compressione estesa. Abbiamo progettato il Bass Compressor come soluzione "one-knob" per renderlo facile da usare. La soglia, l'attacco e il rilascio vengono regolati automaticamente. Il controllo Bass Compressor imposta il rapporto. Il LED blu Gain Reduction indica il punto in cui il Bass Compressor inizia a funzionare. Quando si gira il controllo del compressore dei bassi completamente in senso orario, l'intera elaborazione dei bassi del controllo del suono dei bassi viene annullata.

5 - Mid-Hi Tune

Il controllo Mid-Hi Tune viene utilizzato per impostare la frequenza iniziale di un filtro shelving a banda larga. In linea con l'impostazione del controllo del processo, tutte le frequenze al di sopra di questo valore fino alla fine dell'intervallo audio vengono elaborate. Il range di controllo è compreso tra 1kHz (estrema destra) e 22 kHz (estrema sinistra). In pratica, le impostazioni comuni variano tra 2 kHz e 8 kHz (posizioni da 10 a 3 ore). Una delle due valvole a doppio triodo Sovtek 12AX7 viene utilizzata all'interno del filtro Mid-Hi Tune e conferisce alle frequenze medie una trasparenza ancora più accurata con un motivo sonoro morbido e setoso. Poiché l'orecchio umano percepisce la gamma tra 1 kHz e 3 kHz in modo particolarmente chiaro, a tutti i volumi compresi tra 0 e 120 fon è opportuno adattare questa gamma di frequenze. Rispetto agli EQ grafici, che riducono veramente il volume effettivo delle frequenze, ovvero eliminando le frequenze appropriate, modificando così il contenuto spettrale del segnale originale, lo Stereo Vitalizer MK2-T si basa su un metodo più sottile di spostamento di fase dipendente dall'ampiezza. Ciò non implica alterare la composizione spettrale, ma mantiene l'impressione soggettiva di volume. Inoltre, gli equalizzatori grafici producono effetti a filtro a pettine a causa dell'interazione tra filtri adiacenti, quando le frequenze a banda larga vengono aumentate. Il filtro Mid-Hi Tune può aumentare lo spettro della banda larga con una risposta in frequenza molto lineare, senza colorare il segnale. Al di sopra del set di valori Mid-Hi Tune, i filtri Stereo Vitalizer MK2-T creano un aumento lineare, ovvero uno adattato all'orecchio umano. Questo compensa qualsiasi incapacità del nostro udito per quanto riguarda la percezione di frequenze comprese tra 5 kHz e 10 kHz. Il filtro Mid-Hi Tune funziona con un'ampia larghezza di banda e suona sempre musicale, mai "a campana". Gradualmente scendere da 20 kHz (estrema sinistra) a frequenze più basse. Più in basso andate, più luminosa diventa l'immagine sonora, poiché un numero crescente di frequenze è incluso nel processo. Il controllo Mid-Hi Tune può anche essere utilizzato per attenuare il suono di materiale eccessivamente nitido, impostando frequenze di 10 kHz o superiori e impostando il controllo di processo su Max. Poiché il controllo Precess è anche responsabile dello smorzamento delle frequenze medie dominanti, tutte le frequenze vengono gradualmente ridotte fino alla frequenza dell'applicazione, in combinazione con le alte frequenze di partenza del controllo Mid-Hi Tune.

6 - Process

Il controllo Process determina il rapporto tra Bass Sound e Mid-Hi Tune del segnale originale. Il process determina anche l'intensità di smorzamento delle medie frequenze dominanti. Ciò consente un rapido adattamento alle curve di loudness (Fletcher-Curve di Munson, "curve di uguale volume"). L'orecchio umano percepisce lo spettro delle frequenze audio a diversi livelli di pressione sonora in modo molto diverso. La percezione non è affatto 'lineare'. Lo Stereo Vitalizer MK2-T altera lo spettro di frequenza in modo tale da mantenere la bilancia tra tutte le gamme di frequenza anche a volumi di monitor diversi. Per l'orecchio umano, il suono è più piacevole e più facile da percepire dell'originale. In altre parole, l'aumento del valore Process aumenta anche l'intensità del filtro Mid-Hi Tune e del filtro SOUND Bass, mentre le medie frequenze dominanti sono smorzate da spostamenti di fase correlati all'ampiezza. Ciò migliora la percezione di loudness, chiarezza e bass punch, cioè la forza e la pienezza del segnale audio.

7 - LC-EQ

Lo Stereo Vitalizer MK2-T è dotato di filtri LC che sono stati utilizzati nei progetti di filtri degli anni '60 e '70. La filter-network elabora la fascia alta con un filtro passivo bobina / condensatore. Le bobine sono famose per il loro piacevole suono "retrò". Quando si saturano producono una speciale struttura armonica che dona un certo suono incisivo che conosciamo dai vecchi filtri. Il suono diventa più di gamma media e presenza. Allo stesso tempo viene introdotta una certa quantità di rugosità. Ciò è particolarmente utile per le voci e li aiuta a distinguersi nel mix senza alterare il livello. Influenzando la relazione di fase in modo intelligente, il filtraggio enfatizza la percezione di frequenze alte e armoniche. L'effetto migliora significativamente l'intelligibilità del parlato e la trasparenza. Le vecchie registrazioni archiviate risuonano di nuovo fresche e setose. La brillantezza di qualsiasi segnale audio può essere migliorata senza sembrare nitida. Il campo di controllo va da 2 kHz a 20 kHz.

8 - Intensity

Il controllo Intensity imposta la quantità di LC-EQ aggiunta al segnale. È quindi possibile ascoltare separatamente il controllo LC-EQ quando si chiude il controllo di processo (estrema sinistra). I controlli Bass Sound e Mid-Hi Tune non funzionano più. Mid-Hi Tune e il filtro LC-EQ si completano a vicenda in modo ideale. Mentre il Mid-Hi Tune imposta la frequenza oltre la quale il materiale del programma viene sollevato e al di sotto del quale avviene lo smorzamento, i controlli LC-EQ e Intensity entrano in funzione per estrarre determinate frequenze da questo processo. Ciò è molto utile quando si elabora materiale con voci principali: l'uso del Mid-Hi Tune generalmente attenua alcune frequenze del parlato e la voce si sposta nel mix perdendo un po' della sua presenza. Usa l'LC-EQ per prendere la voce e il controllo Intensity per riportarlo in primo piano. Migliora in particolare la presenza sulla voce.

9 - Stereo Expander

Il potenziometro Stereo Expander controlla la larghezza dell'immagine stereo. Operando su principi di fase inter-canale stabiliti, il controllo Stereo Expander può essere usato per aumentare l'ampiezza soggettiva del sound-stage di qualsiasi sorgente stereo. I segnali decentrati della sorgente stereo vengono rilevati e inviati alla fase del canale opposto invertita. Questo effetto può essere applicato a mixaggi generali e a strumenti singoli registrati in stereo. Molto interessante è la diffusione dell'immagine stereo di microfoni in testa di drum-set o cori o sezioni di corno. La seconda valvola Sovtek 12AX7 viene utilizzata nello Stereo Expander e conferisce al suono stereo una piacevole profondità e riduce la nitidezza dei suoni decentrati. In questo processo, i suoni del sistema centrale dell'immagine stereo sono generalmente ridotti. Tuttavia, le caratteristiche delle valvole aiutano i suoni centrali a mantenere la loro posizione nel mix e ad aggiungere un po' di chiarezza e separazione. Anche quando si utilizza Stereo Expander al massimo, l'immagine stereo rimarrà mono-compatibile. Nel caso in cui si desideri monitorare Stereo Expander in isolamento, attivare Active e impostare i controlli di Processo e Intensità completamente in senso antiorario.

Maggio 2018. Manuale italiano rev.1 - Traduzione a cura di Maurizio Acampa

Tutti i nomi dei prodotti e delle case costruttrici sono marchi registrati (™ o ®) dei rispettivi proprietari.